Geneanet > Più > Blog

L’archivio storico della Società operaia di Fermo riconosciuto “bene culturale di interesse nazionale” dal Ministero

Pubblicato da Jean-Yves il 20 apr 2018
 

Il contenuto dell’archivio è interamente di proprietà della SOMS di Fermo. Nel fondo sono conservati documenti di natura amministrativa e contabile a partire dal 1864, anno della costituzione del Comitato fondatore. In totale ci sono 114 pezzi (17 buste, 37 registri e 60 bollettari).

È custodito un documento che riporta i nomi di tutti i soci fondatori nel 1864: quasi 400 soci effettivi, oltre 60 onorari e poco più di 40 le donne. Rilevante la presenza femminile in un’epoca in cui alle donne era consentito partecipare ben poco alla vita pubblica, a dimostrazione che la SOMS ha sin dalle origini uno spirito democratico; in un documento si leggono anche i loro mestieri: sarta da uomo e cucitrice.

Source

Devi collegarti prima di lasciare un commento. Collegamento / Iscrizione