Il Tuo blocca-pubblicità puo' rallentare l'utilizzazione del sito.

Geneanet non diffonde pubblicità e il fatto di usare un blocca-pubblicità puo' deteriorare la Tua esperienza sul portale. Ti consigliamo di aggiungere Geneanet nella lista dei siti da ignorare (ad esempio cliccando "Non bloccare nulla sulle pagine di questo sito" nel menu del Tuo blocca-pubblicità).

Geneanet > Più > Blog

Storia del panettone, il lievitato dolce e tondo nato nel 1500

Pubblicato da Jean-Yves il 13 nov 2018
 

“Pani de latte e zuccaro»: tutto comincia da lì, dalla ricetta che Cristoforo Messisbugo fornisce nel 1564 nel suo Libro Novo. Eccolo l’antenato del panettone: lo scalco della corte ferrarese degli Este prescrive di usare farina, burro, zucchero, uova, latte e acqua di rose; il pane «lo lascerai ben levare”, lo cuocerai con grande ordine, “questo pane è più bello a farlo tondo” oppure anche “più grande o più picciolo, come tu vorrai”.

Ritroviamo le componenti di base del panettone e, soprattutto, la prescrizione che dev’essere molto lievitato (“lo lascerai ben levare”), alla quale si aggiunge l’indicazione della forma: tonda. Come si vede, si tratta sì di un panettoncino un po’ smilzo e bassino, senza uvette e canditi, ma gli elementi per proseguire ci sono tutti.

Source

Devi collegarti prima di lasciare un commento. Collegamento / Iscrizione